Raddrizza tutto ciò che, nell’essere umano, è storto.

Pubblicato: 27 ottobre 2008 in Vangelo del giorno


+
Dal Vangelo secondo Luca

In quel tempo, Gesù stava insegnando in una sinagoga il giorno di
sabato. C’era là una donna che aveva da diciotto anni uno spirito che
la teneva inferma; era curva e non poteva drizzarsi in nessun modo. Gesù la vide, la chiamò a sé e le disse: “Donna, sei libera dalla tua
infermità”, e le impose le mani. Subito quella si raddrizzò e
glorificava Dio. Ma il capo della sinagoga, sdegnato perché Gesù aveva operato quella
guarigione di sabato, rivolgendosi alla folla disse: “Ci sono sei
giorni in cui si deve lavorare; in quelli dunque venite a farvi curare
e non in giorno di sabato”. Il Signore replicò: “Ipocriti, non scioglie forse, di sabato, ciascuno
di voi il bue o l’asino dalla mangiatoia, per condurlo ad abbeverarsi?
E questa figlia di Abramo, che satana ha tenuto legata diciott’anni,
non doveva essere sciolta da questo legame in giorno di sabato?”. Quando egli diceva queste cose, tutti i suoi avversari si vergognavano,
mentre la folla intera esultava per tutte le meraviglie da lui compiute.


La parola di Gesù, il suo insegnamento, è forza di vita. Essa raddrizza tutto ciò che, nell’essere umano, è storto.Guarisce tutto ciò che si oppone alla pienezza della vita. La donna
inferma, incapace di alzarsi, e il capo della sinagoga, indignato per
la misericordia di Gesù, sono tutti e due, per ragioni diverse, chiusi
nella gioia della lode. La donna è piegata sul suo corpo, annientata da
una sofferenza che le impedisce di stare in piedi davanti a Dio. Ma per
mezzo del suo sguardo e della sua parola, Gesù le presta, a lei sola,
la stessa attenzione che presta a tutta l’assemblea del giorno di
sabato, e la ristabilisce nella gioia di vivere. Il capo della sinagoga
è piegato dalla durezza del suo cuore. Se egli stesse in piedi, davanti
a Dio, a viso scoperto, non riconoscerebbe forse nella guarigione di
questa donna la bontà di Dio? “Ipocriti!”. Gesù non si rivolge solo a
lui. Egli desidera sciogliere ogni resistenza alla pienezza in tutti i
cuori umani. Egli è venuto a liberare la bontà umana da ciò che la
ostacola, perché nell’amore senza limiti l’essere umano ritrovi Dio.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...