Archivio per 2 gennaio 2012

+ Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 1,19-28

E questa è la testimonianza di Giovanni, quando i Giudei gli inviarono da Gerusalemme sacerdoti e leviti a interrogarlo: «Chi sei tu?». Egli confessò e non negò, e confessò: «Io non sono il Cristo». Allora gli chiesero: «Che cosa dunque? Sei Elia?». Rispose: «Non lo sono». «Sei tu il profeta?». Rispose: «No». Gli dissero dunque: «Chi sei? Perché possiamo dare una risposta a coloro che ci hanno mandato. Che cosa dici di te stesso?». Rispose: «Io sono voce di uno che grida nel deserto: Preparate la via del Signore, come disse il profeta Isaia». Essi erano stati mandati da parte dei farisei. Lo interrogarono e gli dissero: «Perché dunque battezzi se tu non sei il Cristo, né Elia, né il profeta?». Giovanni rispose loro: «Io battezzo con acqua, ma in mezzo a voi sta uno che voi non conoscete, uno che viene dopo di me, al quale io non son degno di sciogliere il legaccio del sandalo». Questo avvenne in Betània, al di là del Giordano, dove Giovanni stava battezzando.

Non c’è che dire, grande l’umiltà di Giovanni. Volendo avrebbe potuto approfittare della situazione, avrebbe potuto “spacciarsi” per il Messia e probabilmente molti sarebbero caduti ai suoi piedi, infondo molti lo seguivano. Ma è talmente vicino a Dio, da essersi conservato “vero”, “onesto” e da aver capito bene quale fosse la sua missione, quello che il Signore voleva da lui. E io come preparo la via del Signore ? in che modo riesco a testimoniare e a parlare di lui, soprattutto a chi ha più bisogno d’incontrarlo, conoscerlo ?. Riesco a conservarmi umile e a non considerarmi un gradino sopra a chi invece a Dio è più lontano?.  Prego affinchè io possa essere sempre un umile testimone e servitore di Dio in grado di preparare ( utilizzando i talenti che il Signore mi ha donato ) la via del Signore testimoniando sempre, a chi incontrerò, il suo amore. Auguro a tutti un sereno 2012.

★ Riflessione di Lella ★