Archivio per 3 gennaio 2012

+ Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Giovanni 1,29-34

Il giorno dopo, Giovanni vedendo Gesù venire verso di lui disse: «Ecco l’agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo! Ecco colui del quale io dissi: Dopo di me viene un uomo che mi è passato avanti, perché era prima di me. Io non lo conoscevo, ma sono venuto a battezzare con acqua perché egli fosse fatto conoscere a Israele». Giovanni rese testimonianza dicendo: «Ho visto lo Spirito scendere come una colomba dal cielo e posarsi su di lui. Io non lo conoscevo, ma chi mi ha inviato a battezzare con acqua mi aveva detto: L’uomo sul quale vedrai scendere e rimanere lo Spirito è colui che battezza in Spirito Santo. E io ho visto e ho reso testimonianza che questi è il Figlio di Dio».

In questo passo troviamo una frase che ascoltiamo all’interno della Messa; Giovanni descrive Gesù con poche parole, ma molto significative: “Ecco l’Agnello di Dio, ecco colui che toglie il peccato del mondo”. Per prima cosa conferma che Gesù viene da Dio, poi anticipa la sua missione: Egli viene per salvarci e si addossa la morte di croce proprio per noi… un gesto di estremo amore! Giovanni ci da anche un bellissimo esempio di testimonianza e di grande fede: inizia la sua missione “preparatoria” senza conoscerlo, solo per fede… poi vede con i propri occhi l’avverarsi di una profezia e la certezza lo pervade. Prima come dopo, non si stanca di rendere testimonianza al Signore. Con il Battesimo (e con la Cresima) abbiamo ricevuto lo Spirito Santo, proprio come si dice in questo brano; prego perchè riusciamo ogni giorno ad accogliere nel nostro cuore la forza che ci da e a far sì che “rimanga” sempre in noi. Solo così potremo essere testimoni veri e luminosi della venuta dell’Agnello di Dio che toglie il peccato del mondo”.

★ Riflessione di Gulli ★