“Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù..”

Pubblicato: 21 aprile 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 6,16-21

Venuta la sera, i discepoli di Gesù scesero al mare, salirono in barca e si avviarono verso l’altra riva del mare in direzione di Cafàrnao. Era ormai buio e Gesù non li aveva ancora raggiunti; il mare era agitato, perché soffiava un forte vento. Dopo aver remato per circa tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca, ed ebbero paura. Ma egli disse loro: «Sono io, non abbiate paura!». Allora vollero prenderlo sulla barca, e subito la barca toccò la riva alla quale erano diretti.

I discepoli sono in difficoltà: è notte, il mare è in burrasca e la loro barca è in balia delle onde, inoltre, come se non bastasse, Gesù non è con loro. L’isolamento e la paura tuttavia durano poco, “dopo aver remato per tre o quattro miglia, videro Gesù che camminava sul mare e si avvicinava alla barca”, per raggiungere i suoi discepoli Gesù compie un miracolo: cammina sulle acque e non appena è salito sulla barca questa raggiunge un posto sicuro dove attraccare. Non dobbiamo temere nulla quando il Signore ci è vicino, Egli ci condurrà sicuramente “in porto”, lasciamoci cullare dalla consapevolezza della sua continua presenza e non dubitiamone mai.

★ Riflessione di Jacopo ★

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...