“Chi rimane in me ed io in lui porta molto frutto”

Pubblicato: 10 maggio 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Giovanni Gv 15,9-11

In quel tempo, disse Gesù ai suoi discepoli: «Come il Padre ha amato me, anche io ho amato voi. Rimanete nel mio amore. Se osserverete i miei comandamenti, rimarrete nel mio amore, come io ho osservato i comandamenti del Padre mio e rimango nel suo amore. Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena».

Un campo concimato, arato, curato. Un Agricoltore innamorato della sua terra. In mezzo al campo una vite: un Fusto giovane, ricco e vigoroso  pronto a dare frutto, un Tronco traboccante di Linfa nuova che dà Vita. Sulla vite i tralci, braccia tese, prolungamenti di uno stesso Corpo. La Linfa, ossigeno che rinnova, unisce e mantiene vivi Fusto e tralci in un solo corpo-pianta. Ecco spuntare un germoglio, una verde gemma che già porta in sé i profumi rossi del vino che verrà. Questa è la Chiesa, siamo io tu voi, tanti eppure unica comunità, tralci che si diramano dallo stesso corpo: Gesù. Gesù, vita che trasuda Linfa. Linfa che è Parola. Parola che è Vita. Vita che fa germogliare in noi frutti di Gioia.

★ Riflessione di Valentina Montanari ★

Annunci
commenti
  1. Davide Pedrosi ha detto:

    Come vivere questa Parola?
    Con le parole citate sopra, Gesù rivela l’amore totale di Dio per l’umanità. Abbiamo già la prova dell’amore intenso, radicale e totale di Gesù per noi: ci ha amato fino alla consumazione dell’amore, lasciandosi inchiodare e morire sulla croce. La morte di Gesù, fattosi carico del peccato del mondo, abbracciato dal Padre nel momento della morte e fatto risorgere il terzo giorno, è l’espressione dell’amore intenso, radicale e totale di Dio, Padre, Figlio e Spirito Santo per noi.
    Gesù ci invita ad aprirci a questo amore, ad abbracciarlo per rimanere nel suoamore all’interno dell’amore della divina Trinità.
    La modalità per entrare in tale amore creatore e purificatore è l’osservanza dei comandamenti; Gesù li ha riassunti in due precetti: amare Dio e amare il prossimo.
    I Vangeli ci forniscono tanti esempi concreti di questi precetti nelle parole e opere di Gesù. È un grande sostegno per la nostra vita attingere alla Parola di Dio ogni giorno e lì trovare incoraggiamento e conforto per noi e per gli altri.
    Nella mia pausa contemplativa, oggi, medito sulle parole conclusive del Vangelo odierno: “Vi ho detto queste cose perché la mia gioia sia in voi e la vostra gioia sia piena”. La gioia di Gesù consiste nella piena donazione di sé al Padre facendo la sua volontà, amando. Nel mio piccolo, io mi do “totalmente” al Padre quando cerco con piena consapevolezza di seguire le orme di Gesù, di rivestirmi dei suoi desideri, atteggiamenti, sentimenti ? cercando di amare come Lui.

    Signore Gesù, a quale grandezza tu mi chiami! Lo so che non sono degno ma questo non è un problema per te. Io ti amo; dammi la forza del ?tuo’ amore per superare le mie fragilità ed entrare nella gioia senza fine in seno al Padre, a Te e allo Spirito Santo. Amen!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...