“Il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà”

Pubblicato: 20 giugno 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Matteo Mt 6,1-6.16-18

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«State attenti a non praticare la vostra giustizia davanti agli uomini per essere ammirati da loro, altrimenti non c’è ricompensa per voi presso il Padre vostro che è nei cieli.  Dunque, quando fai l’elemosina, non suonare la tromba davanti a te, come fanno gli ipocriti nelle sinagoghe e nelle strade, per essere lodati dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, mentre tu fai l’elemosina, non sappia la tua sinistra ciò che fa la tua destra, perché la tua elemosina resti nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà.
E quando pregate, non siate simili agli ipocriti che, nelle sinagoghe e negli angoli delle piazze, amano pregare stando ritti, per essere visti dalla gente. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu preghi, entra nella tua camera, chiudi la porta e prega il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà. E quando digiunate, non diventate malinconici come gli ipocriti, che assumono un’aria disfatta per far vedere agli altri che digiunano. In verità io vi dico: hanno già ricevuto la loro ricompensa. Invece, quando tu digiuni, profùmati la testa e làvati il volto, perché la gente non veda che tu digiuni, ma solo il Padre tuo, che è nel segreto; e il Padre tuo, che vede nel segreto, ti ricompenserà».

Bella,facile la vita quando si viene lodati continuamente; quando se fai una cosa buona qualcuno arriva subito dicendoti: “Oh, grande, complimenti!”. Ma cosa succede poi? Be’, poi succede il classico dei classici: la gloria si sgonfia come un palloncino e la vita torna a scorrere più o meno serenamente, con un bel ricordo nella memoria che non tornerà più con la stessa intensità. Un po’ come le notizie di gossip sui rotocalchi: lasciano il tempo che trovano; un giorno tutti ripetono al mondo che la tal
velina ha tradito il tale calciatore e il giorno dopo il giornale con la tanto acclamata notizia finisce dritto nel cestino, insieme alla roboante news. Gesù ci mette in guardia da questo: è magari più semplice cercare l’approvazione della gente sul momento, ma non dura; nostro Padre, invece, che sa come cogliere le cose davvero buone dei suoi figli, farà di quella approvazione un segno veramente eterno, veramente sentito. Certo, anche qui c’è l’inghippo, come al solito: questa ricompensa non arriva subito, bisogna essere pazienti e aspettare un po’ prima di riceverla. Ma è la solita questione (e qui mi permetto di proporvi l’indovinello più deficiente, eppure più adatto, che ho trovato): meglio un uovo oggi o una gallina domani?

★ Riflessione di LaRobi ★

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...