Archivio per 22 giugno 2012

+ Dal Vangelo secondo Matteo Mt 6,19-23

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:  «Non accumulate per voi tesori sulla terra, dove tarma e ruggine consumano e dove ladri scassìnano e rubano; accumulate invece per voi tesori in cielo, dove né tarma né ruggine consumano e dove ladri non scassìnano e non rubano. Perché, dov’è il tuo tesoro, là sarà anche il tuo cuore. La lampada del corpo è l’occhio; perciò, se il tuo occhio è semplice, tutto il tuo corpo sarà luminoso; ma se il tuo occhio è cattivo, tutto il tuo corpo sarà tenebroso. Se dunque la luce che è in te è tenebra, quanto grande sarà la tenebra!».

Questo brano si colloca all’interno del “famoso” discorso della montagna ed è bello leggerlo tutto nel suo insieme. Gesù lascia ai suoi discepoli e alla numerosa folla accorsa, dei preziosi insegnamenti di vita, una sorta di regole dell’amore per vivere bene che mette in pratica lui per primo. Sono delle regole di vita valide per tutti i tempi, infatti calzano a pennello anche per la nostra società di oggi dove quello che conta è avere successo, accumulare ricchezze, possedere tutto quello che si desidera, avere sempre più degli altri convinti che solo così si possa essere felici, ma sappiamo bene che è una felicità effimera, momentanea che può colmare un vuoto di un momento e quando lasceremo questo mondo di tutti quei beni non ce ne faremo proprio niente; al contrario in quel momento quello che conterà veramente saranno “i tesori accumulati per noi in cielo”, conterà lo spirito con cui avremo vissuto la nostra vita, i valori a cui avremo dato importanza, la fede che avremo riposto in Dio e il modo in cui ci saremo rapportati con gli altri, con il nostro prossimo.
Ti prego Signore di aiutarci a vivere secondo i tuoi insegnamenti, facendo buon uso dei beni che ci hai donato riscoprendo i veri tesori del cielo e di riuscire a trasmettere queste preziose regole d’amore ai nostri bimbi.

★ Riflessione di Cosy ★