“Le stolte presero le lampade, ma non presero con sè olio”

Pubblicato: 31 agosto 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Matteo 25,1-13. 

Il regno dei cieli è simile a dieci vergini che, prese le loro lampade, uscirono incontro allo sposo.
Cinque di esse erano stolte e cinque sagge;
le stolte presero le lampade, ma non presero con sé olio;
le sagge invece, insieme alle lampade, presero anche dell’olio in piccoli vasi.
Poiché lo sposo tardava, si assopirono tutte e dormirono.
A mezzanotte si levò un grido: Ecco lo sposo, andategli incontro!
Allora tutte quelle vergini si destarono e prepararono le loro lampade.
E le stolte dissero alle sagge: Dateci del vostro olio, perché le nostre lampade si spengono.
Ma le sagge risposero: No, che non abbia a mancare per noi e per voi; andate piuttosto dai venditori e compratevene.
Ora, mentre quelle andavano per comprare l’olio, arrivò lo sposo e le vergini che erano pronte entrarono con lui alle nozze, e la porta fu chiusa.
Più tardi arrivarono anche le altre vergini e incominciarono a dire: Signore, signore, aprici!
Ma egli rispose: In verità vi dico: non vi conosco.
Vegliate dunque, perché non sapete né il giorno né l’ora.

A primo acchito il brano di Vangelo può sembrare duro: perchè mai il nostro Dio, buono e misericordioso, dovrebbe tenere per punizione fuori dalla porta di casa sua quelle donne? La consapevolezza di essere più che mai simili a quelle stolte vergini, mista all’orgoglio e alla presunzione che caratterizzano la maggior parte del genere umano e in particolare noi, fa’ si che storciamo un poco il naso di fronte a questo Vangelo. Non è mai bello passare per i colpevoli o per coloro che sono nel torto.Possiamo però provare a guardare il tutto da un’altra prospettiva: Quelle vergini si sono accorte di aver mancato l’appuntamento con lo sposo? Possono giurare di aver capito lo sbaglio e di voler ricercare il puro perdono? Credo che in questo caso Dio avrebbe sfoderato tutta la magnanimità che lo contraddistingue e il finale sarebbe stato diverso.

Quelle donne sono in errore, e lo sono non tanto per la pigrizia quanto per la manifesta volontà di non seguire l’esempio lampante delle vergini sagge. Riflettiamoci: se siamo distanti da Lui e incontriamo persone che camminano invece verso di Lui, siamo chiamati a seguire la stessa direzione. Possiamo chiudere gli occhi involontariamente, possiamo non accorgercene per qualche tempo, ma sono convinto che per ciascuno arriva un momento nella Vita in cui ci si trova a dover fare i conti con quello che siamo e che abbiamo scelto e con quello che Dio ci chiama a fare; e se in quel momento prendiamo la nostra strada, una strada lontana da Lui, non possiamo avere la pretesa di avere, al momento opportuno, la “pappa pronta” e di poterci redimere in quattro secondi. E quindi le vergini sagge, le testimoni, non sono le donne senza cuore, non sono quelle “cattive” perchè non ci danno l’olio, non ci aiutano, o, per fare un esempio più giovanile, non ci passano le soluzioni durante la verifica in classe o non fanno i compiti al posto nostro; ma sono quelle giuste, intelligenti, appunto sagge che ci spingono a rimboccarci le maniche e ci dicono: “andate piuttosto dal venditore e compratene” e il venditore diventa la nostra forza di volontà, il nostro impegno, la nostra dedizione, il nostro amore.
“Sono le scelte che facciamo che dimostrano quel che siamo veramente, molto più delle nostre capacità.”

Scegliamo di restare svegli e timorati: saremo ripagati per i nostri sforzi. Che la speranza, la fiducia e la fede in Lui ci possano guidare verso quella casa.

*Marco Paso*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...