“vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo”

Pubblicato: 29 settembre 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

Dal Vangelo secondo Giovanni 1,47-51

In quel tempo, Gesù, visto Natanaèle che gli veniva incontro, disse di lui: «Ecco davvero un Israelita in cui non c’è falsità». Natanaèle gli domandò: «Come mi conosci?». Gli rispose Gesù: «Prima che Filippo ti chiamasse, io ti ho visto quando eri sotto l’albero di fichi». Gli replicò Natanaèle: «Rabbì, tu sei il Figlio di Dio, tu sei il re d’Israele!». Gli rispose Gesù: «Perché ti ho detto che ti avevo visto sotto l’albero di fichi, tu credi? Vedrai cose più grandi di queste!».
Poi gli disse: «In verità, in verità io vi dico: vedrete il cielo aperto e gli angeli di Dio salire e scendere sopra il Figlio dell’uomo».

Non sapendo bene come commentare questo brano, cercherò di “buttare giù” quello che mi fa venire in mente, concentrandomi essenzialmente sulla prima parte, senza avere alcun tipo di pretesa per quanto riguarda la correttezza dell’analisi o l’esaustività. Pretese che a dire il vero non ho mai. Gesù indica Natanaèle ai discepoli come “un israelita in cui non c’è falsità”, egli conosce i suoi pregi e non ha paura di riconoscerglieli davanti agli altri con la stessa perentorietà con cui, in altri brani, condanna ogni genere di peccatori. Gesù indica una figura esemplare per gli altri, una persona sincera, dote rara allora come oggi, ed è molto bello, secondo me, il fatto che riconosca così apertamente il suo valore. Personalmente mi rendo conto, spesso col senno di poi, di non riuscire a esprimere sufficientemente stima, effetto, gratitudine, amore, nei confronti di chi meriterebbe da parte mia molta più devozione (Amici, Genitori, ecc…). Viceversa a volte mi sento trascurato, o dato per scontato, da persone alle quali ho cercato di dimostrare il mio affetto con grande impegno. Per queste ragioni mi colpiscono tanto quelle poche, semplici, righe: Gesù esprime stima, ammirazione, sincerità nel lodare Natanaèle, e questi si riconosce nelle sue parole di lode e non le commenta, si limita ad eccettarle.

Riflessione di Jacopo

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...