“Amerai il prossimo tuo come te stesso”

Pubblicato: 4 novembre 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Senza categoria, Vangelo del giorno

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Marco 12,28-34. 

Allora si accostò uno degli scribi che li aveva uditi discutere, e, visto come aveva loro ben risposto, gli domandò: «Qual è il primo di tutti i comandamenti?».
Gesù rispose: «Il primo è: Ascolta, Israele. Il Signore Dio nostro è l’unico Signore;
amerai dunque il Signore Dio tuo con tutto il tuo cuore, con tutta la tua mente e con tutta la tua forza.
E il secondo è questo: Amerai il prossimo tuo come te stesso. Non c’è altro comandamento più importante di questi».
Allora lo scriba gli disse: «Hai detto bene, Maestro, e secondo verità che Egli è unico e non v’è altri all’infuori di lui;
amarlo co
n tutto il cuore, con tutta la mente e con tutta la forza e amare il prossimo come se stesso val più di tutti gli olocausti e i sacrifici».
Gesù, vedendo che aveva risposto saggiamente, gli disse: «Non sei lontano dal regno di Dio». E nessuno aveva più il coraggio di interrogarlo.

“Sono dunque due i precetti: tuttavia se ne devono avere a cuore tre. Sono stati dati due precetti: ama Dio e ama il prossimo, tuttavia scorgo che se ne devono avere a cuore tre. Non si direbbe infatti: E il prossimo come te stesso, se tu non amassi anche te stesso. Se son tre le cose da amare, perché i precetti sono due?  Perché? Ascoltatelo. Dio non ha creduto di doverti esortare ad amarti: non c’è infatti nessuno che non si ami. Poiché però molti, amandosi male, si perdono, col dirti di amare il tuo Dio con tutto te stesso, ti è stata data la norma di come ti devi amare. Vuoi amarti? Ama Dio con tutto te stesso: è qui che ti troverai infatti per non perdere te stesso in te.” (S. Agostino)

Vorrei scrivere tante cose su questi concetti perché da qualche mese essi stessi sono al centro delle mie domande e dei miei pensieri; ho preferito però far parlare un Santo di tutto rispetto come Agostino invece che scrivere una riflessione completamente rivestita delle mie situazioni, fatiche, gioie personali. Prego per noi, fratelli: Credo che non esista uomo che non si sia mai chiesto come fare per raggiungere la pienezza nella propria vita. La soluzione è sicuramente legata a Dio, ma è meravigliosamente diversa per ognuno. Prego perchè la nostra ricerca non sia solo una ricerca di risposte illuminanti ma sia anche una ricerca di quel coraggio essenziale che ci spinga a donarci al Signore, agli altri e a noi stessi con tutto il cuore, con tutta l’anima, con tutte le forze.

*Riflessione di Marco Paso*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...