“Voglio meditare i tuoi comandamenti”…il tuo?

Pubblicato: 16 novembre 2012 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

Dal Vangelo secondo Luca 17,26-37

In quel tempo, Gesù disse ai suoi discepoli:
«Come avvenne nei giorni di Noè, così sarà nei giorni del Figlio dell’uomo: mangiavano, bevevano, prendevano moglie, prendevano marito, fino al giorno in cui Noè entrò nell’arca e venne il diluvio e li fece morire tutti.
Come avvenne anche nei giorni di Lot: mangiavano, bevevano, compravano, vendevano, piantavano, costruivano; ma, nel giorno in cui Lot uscì da Sòdoma, piovve fuoco e zolfo dal cielo e li fece morire tutti. Così accadrà nel giorno in cui il Figlio dell’uomo si manifesterà.
In quel giorno, chi si troverà sulla terrazza e avrà lasciato le sue cose in casa, non scenda a prenderle; così, chi si troverà nel campo, non torni indietro. Ricordatevi della moglie di Lot.
Chi cercherà di salvare la propria vita, la perderà; ma chi la perderà, la manterrà viva.
Io vi dico: in quella notte, due si troveranno nello stesso letto: l’uno verrà portato via e l’altro lasciato; due donne staranno a macinare nello stesso luogo: l’una verrà portata via e l’altra lasciata».
Allora gli chiesero: «Dove, Signore?». Ed egli disse loro: «Dove sarà il cadavere, lì si raduneranno insieme anche gli avvoltoi».

Parola del Signore

Vorrei affidare la riflessione di oggi al Salmo 118…E’ un invito a vegliare sul nostro cuore! Invito chi lo desidera a fare una risonanza, per portare un pezzo di questo Salmo con se. Il mio è “Voglio meditare i tuoi comandamenti”…il tuo?

Beato l’uomo di integra condotta,
che cammina nella legge del Signore.
 Beato chi è fedele ai suoi insegnamenti
e lo cerca con tutto il cuore.
 Non commette ingiustizie,
cammina per le sue vie.
 Tu hai dato i tuoi precetti
perché siano osservati fedelmente.
 Siano diritte le mie vie,
nel custodire i tuoi decreti.
 Allora non dovrò arrossire
se avrò obbedito ai tuoi comandi.
 Ti loderò con cuore sincero
quando avrò appreso le tue giuste sentenze.
 Voglio osservare i tuoi decreti:
non abbandonarmi mai.
 Come potrà un giovane tenere pura la sua via?
Custodendo le tue parole.
 Con tutto il cuore ti cerco:
non farmi deviare dai tuoi precetti.
 Conservo nel cuore le tue parole
per non offenderti con il peccato.
 Benedetto sei tu, Signore;
mostrami il tuo volere.
 Con le mie labbra ho enumerato
tutti i giudizi della tua bocca.
 Nel seguire i tuoi ordini è la mia gioia
più che in ogni altro bene.
 Voglio meditare i tuoi comandamenti,
considerare le tue vie.
 Nella tua volontà è la mia gioia;
mai dimenticherò la tua parola.

Valentina

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...