“State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano”

Pubblicato: 2 dicembre 2012 in Senza categoria

Dal Vangelo di Gesù Cristo secondo Luca 21,25-28.34-36. 

Vi saranno segni nel sole, nella luna e nelle stelle, e sulla terra angoscia di popoli in ansia per il fragore del mare e dei flutti,
mentre gli uomini moriranno per la paura e per l’attesa di ciò che dovrà accadere sulla terra. Le potenze dei cieli infatti saranno sconvolte. Allora vedranno il Figlio dell’uomo venire su una nube con potenza e gloria grande.
Quando cominceranno ad accadere queste cose, alzatevi e levate il capo, perché la vostra liberazione è vicina».
State bene attenti che i vostri cuori non si appesantiscano in dissipazioni, ubriachezze e affanni della vita e che quel giorno non vi piombi addosso improvviso; come un laccio esso si abbatterà sopra tutti coloro che abitano sulla faccia di tutta la terra.
Vegliate e pregate in ogni momento, perché abbiate la forza di sfuggire a tutto ciò che deve accadere, e di comparire davanti al Figlio dell’uomo».

sopravvento

Il discorso apocalittico di questa domenica racchiude una rassicurazione forte: Il Signore c’è, è vicino a noi. Una certezza che porta però con sé un giudizio: qual’è la nostra posizione nei confronti di Cristo? La condanna è dietro l’angolo se riconosciamo nei nostri usi e costumi l’egoismo, la violenza e il successo cercato a qualunque costo e con qualsiasi mezzo; la Salvezza è a portata di mano se abbiamo accolto in noi l’importanza della verità e dell’amore. Riporto qui un breve stralcio del pensiero di don Bruno Maggioni su questo Vangelo: ” «La vostra liberazione è vicina»: da qui il dovere di essere svegli e pronti. Perchè c’è sempre il rischio che, distratti dalle cose secondarie e non attenti al fatto essenziale, non sappiamo scorgere i momenti propizi di cui la vita è ricca. Non è soltanto questione di disordine morale o di sregolatezze(«dissipazione e ubriachezze»), ma più semplicemente della vita e dei suoi molti e spesso inutili «affanni» che distraggono dall’essenziale. Anche una vita onesta – disattenta e dispersa in troppe cose – può alla fine riuscire vuota”.

Questa domenica affido nelle mie preghiere l’inizio della Convivenza di Avvento proposta dall’equipe CASA MARVELLI di Bellaria: sia fonte inesauribile di amore e occasione, di quelle propizie di cui parla Maggioni, di professione di fede in Gesù.

*Riflessione di Marco Paso*

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...