“Otri nuovi”

Pubblicato: 21 gennaio 2013 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

Dal Vangelo secondo Marco

In quel tempo, i discepoli di Giovanni e i farisei stavano facendo un digiuno. Vennero da Gesù e gli dissero: «Perché i discepoli di Giovanni e i discepoli dei farisei digiunano, mentre i tuoi discepoli non digiunano?».
Gesù disse loro: «Possono forse digiunare gli invitati a nozze, quando lo sposo è con loro? Finché hanno lo sposo con loro, non possono digiunare. Ma verranno giorni quando lo sposo sarà loro tolto: allora, in quel giorno, digiuneranno.
Nessuno cuce un pezzo di stoffa grezza su un vestito vecchio; altrimenti il rattoppo nuovo porta via qualcosa alla stoffa vecchia e lo strappo diventa peggiore. E nessuno versa vino nuovo in otri vecchi, altrimenti il vino spaccherà gli otri, e si perdono vino e otri. Ma vino nuovo in otri nuovi!».

Parola del Signore

Per comprendere la novità del messaggio del Vangelo occorre avere non solo il vino nuovo, ma anche gli otri nuovi del cuore.

Altrimenti tutto si spacca e si perdono vino e otri.

Ma l’assurdo è proprio che per avere questa nuova disponibilità del cuore occorre una rottura comunque; e Gesù si fa strumento e occasione di questa rottura verso il modo di vivere chiuso e ancorato a noi stessi, alla non comprensione del messaggio del Regno.

Il “vino nuovo” portato da Gesù richiede “otri nuovi”.
Come fare per averli?
Basta lasciarsi aprire nel vecchio, scardinare da quel vecchio e stagnante modo di vivere che solo con una rottura decisa e efficace può avvenire in noi.
Allora, saremo nella novità dell’accoglienza: saremo “otri” nuovi, in grado di recepire e di comprendere la novità del Regno.

Ecco perché è importante questa “rottura”, questo rompersi dell’uovo dove noi siamo racchiusi, per poter generare noi stessi a nuove capacità di accoglienza e di vita.

Gesù è colui che “rompe le uova nel paniere”, che apre gli otri vecchi contenenti vino scarso e invita a ricevere con disponibilità nuova il vino rinnovante e delizioso dello Spirito.

Per ricevere il vino nuovo dello Spirito occorre soltanto una “rottura”.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...