“Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato”

Pubblicato: 22 gennaio 2013 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Marco 2,23-28

In quel tempo, di sabato Gesù passava fra campi di grano e i suoi discepoli, mentre camminavano, si misero a cogliere le spighe. I farisei gli dicevano: «Guarda! Perché fanno in giorno di sabato quello che non è lecito?». Ed egli rispose loro: «Non avete mai letto quello che fece Davide quando si trovò nel bisogno e lui e i suoi compagni ebbero fame? Sotto il sommo sacerdote Abiatàr, entrò nella casa di Dio e mangiò i pani dell’offerta, che non è lecito mangiare se non ai sacerdoti, e ne diede anche ai suoi compagni!». E diceva loro: «Il sabato è stato fatto per l’uomo e non l’uomo per il sabato! Perciò il Figlio dell’uomo è signore anche del sabato».

Una fede che segue pedissequamente delle norme rigide e precostituite è una fede che ha perso la bellezza dell’autenticità… che si è Divieto raccolta fiori_609inaridita ed ha perso l’essenziale, concentrandosi solo su uno sterile elenco di doveri e “non doveri”. Questo vale ieri come oggi; pensiamo alle cose più semplici, come per esempio l’atteggiamento che ci spinge a partecipare alla S.Messa la domenica: tra andare perchè “sennò ci si devo confessare”, perchè “lo fanno i miei amici”, perchè “mi obbligano i genitori”, perchè “sono abituato così”… oppure per vivere un momento di preghiere assieme alla propria comunità e incontrare il Signore c’è una bella differenza. Metterei questo brano perciò in parallelo con le critiche che Gesù fa ai farisei nel capitolo 23 di Matteo perchè la sostanza è bene o male la stessa: credere di essere impeccabili davanti al Signore per essersi attenuti esteriormente a comportamenti codificati e degni di lode, quando invece le attitudini del cuore vanno da tutt’altra parte. Qui Gesù non lascia spazio all’interpretazione e riporta al centro quello che merita di essere al primo posto, il motore che muove la Legge e tutto quello che ne consegue: l’essenziale è Gesù, avvicinarsi con il cuore allo stile del Signore e al suo Amore incondizionato. Credo che questo sia lo step principale, dopo tutto viene di conseguenza.

★ Riflessione di Gulli★

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...