“erano come pecore senza pastore”

Pubblicato: 9 febbraio 2013 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno
Dal Vangelo secondo Marco 6,30-34
Gli apostoli si riunirono attorno a Gesù e gli riferirono tutto quello che avevano fatto e insegnato.
Ed egli disse loro: «Venite in disparte, in un luogo solitario, e riposatevi un pò». Era infatti molta la folla che andava e veniva e non avevano più neanche il tempo di mangiare.
Allora partirono sulla barca verso un luogo solitario, in disparte.
Molti però li videro partire e capirono, e da tutte le città cominciarono ad accorrere là a piedi e li precedettero.
Sbarcando, vide molta folla e si commosse per loro, perché erano come pecore senza pastore, e si mise a insegnare loro molte cose.
images (8)Non hanno un attimo di pace, questi apostoli! Non fanno in tempo a tornare da Gesù per riferirgli ciò che hanno fatto e insegnato che già sono di nuovo assediati da gente desiderosa di ascoltare la parola. Lo stesso Gesù vorrebbe che avessero qualche momento per riposare, per ritemprare le energie, almeno qualche ora da dedicare a loro stessi, ma sembra impossibile: non appena loro partono in barca per raggiungere un luogo appartato, subito la gente li intercetta e li precede. Ed è a questo punto che Gesù si commuove, vedendo tante “pecore senza pastore”, e comincia, anzi, continua a insegnare loro la Parola del Signore. 
Non è che gli apostoli non abbiano il diritto di riposare, il discorso, almeno secondo me, è che quando si predica veramente la parola del Signore, facendolo prima di tutto con l’esempio, non è come se si trattasse di un lavoro dal quale a una certa ora posso staccare e andare a casa a riposarmi: è uno stile di vita che per essere vero deve essere costante. Si può essere stanchi dopo un viaggio, dopo una giornata di lavoro, dopo qualche ora di studio, ma non si può esserlo del proprio modo di vivere se si vive nel signore. Ed è per questo che, vedendo la gente desiderosa di conoscenza, Gesù e gli apostoli non si sottraggono, nonostante le fatiche già affrontate, ma rientrano immediatamente nel loro ruolo. 
 Riflessione di Jacopo
Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...