“..anche se non volete credere a me, credete almeno alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me e io nel Padre».

Pubblicato: 22 marzo 2013 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Giovanni, 10,31-42

In quel tempo, i Giudei raccolsero delle pietre per lapidare Gesù. Gesù disse loro: «Vi ho fatto vedere molte opere buone da parte del Padre: per quale di esse volete lapidarmi?». Gli risposero i Giudei: «Non ti lapidiamo per un’opera buona, ma per una bestemmia: perché tu, che sei uomo, ti fai Dio».
Disse loro Gesù: «Non è forse scritto nella vostra Legge: “Io ho detto: voi siete dèi”? Ora, se essa ha chiamato dèi coloro ai quali fu rivolta la parola di Dio – e la Scrittura non può essere annullata –, a colui che il Padre ha consacrato e mandato nel mondo voi dite: “Tu bestemmi”, perché ho detto: “Sono Figlio di Dio”? Se non compio le opere del Padre mio, non credetemi; ma se le compio, anche se non credete a me, credete alle opere, perché sappiate e conosciate che il Padre è in me, e io nel Padre». Allora cercarono nuovamente di catturarlo, ma egli sfuggì dalle loro mani.
Ritornò quindi nuovamente al di là del Giordano, nel luogo dove prima Giovanni battezzava, e qui rimase. Molti andarono da lui e dicevano: «Giovanni non ha compiuto nessun segno, ma tutto quello che Giovanni ha detto di costui era vero». E in quel luogo molti credettero in lui.

Le opere. Credere alle opere. Di questi tempi, più che mai, si sente il bisogno di vedere opere, di vedere il concreto realizzarsi le parole del Vangelo, di vedere giustizia e verità, di sentire Cristo vicino a noi. Si sente bisogno del sostegno, della premura dell’amore di un padre! Gesù, Cristo è nel Padre e il Padre è in lui: egli è la mano che Dio ci tende ogni giorno. Desidero pregare, come Gesù ci ha insegnato, il Padre nostro che è nei cieli, affinchè infonda in ognuno di noi il coraggio, la fede e l’amore per agire con Cristo, per seguirlo e testimoniarlo nella quotidianità della nostra vita. Perchè quando siamo con le persone amate, quando sul lavoro tutto distrae, quando per strada tutto ci agita, quando ingiustizia ci da rabbia, quando il sole ci sorprende, possiamo sempre operare nell’amore del Padre…
 
                       Padre Nostropadre-figlio2

che sei nei cieli

sia santificato il tuo Nome

venga il tuo Regno

sia fatta la tua Volontà

come in cielo così in terra

dacci oggi il nostro pane quotidiano

rimetti a noi i nostri debiti, come noi li rimettiamo ai nostri debitori

non ci indurre in tentazione, ma liberaci dal male

Amen

Rilfessione di Valentina R.

 

                                   

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...