“Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito”

Pubblicato: 28 maggio 2013 in Lo Specchio del Vangelo, Vangelo del giorno

+ Dal Vangelo secondo Marco 10,28-31

In quel tempo, Pietro prese a dire a Gesù: «Ecco, noi abbiamo lasciato tutto e ti abbiamo seguito». Gesù gli rispose: «In verità io vi dico: non c’è nessuno che abbia 3 2 discepolilasciato casa o fratelli o sorelle o madre o padre o figli o campi per causa mia e per causa del Vangelo, che non riceva già ora, in questo tempo, cento volte tanto in case e fratelli e sorelle e madri e figli e campi, insieme a persecuzioni, e la vita eterna nel tempo che verrà. Molti dei primi saranno ultimi e gli ultimi saranno primi».

Lascio il commento che Mons. Francesco Lambiasi scrive su questo brano di Vangelo nel suo libro “Sui Passi di Gesù” (editrice AVE)

Ora Gesù può “guardare dentro” i suoi discepoli e consolarsi di come Dio sia più forte di ogni idolo. Anche i discepoli, prima di seguire il Maestro, avevano dei beni: barca (lavoro), famiglia (affetti) ma “hanno lasciato tutto e lo hanno seguito”. Non si era trattato di una cosa difficile, ma addirittura “impossibile”. Si può allora dire che per Dio – e per chi si apre al Vangelo – tutto è facile perchè … “impossibile”! Da notare che nell’elenco del centuplo, del premio centuplicato, ci sono due differenze: rispetto alla prima lista ci sono in più le “persecuzioni” che non possono mai mancare per il discepolo che vuol essere fedele. C’ è anche una differenza in meno: non si nomina più il “padre”; infatti per chi lascia tutto e segue Gesù c’è un solo Padre “quello del cielo” (Matteo 23,9)

★ Gulli ★

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...